Prima pagina Il Progetto L'Agenda Workshop Contatti FaceBook

Una politica del cibo per una città più resiliente

Cibo per una città più resiliente

Roma, 16 gennaio 2015

 

Qualità dell’alimentazione come leva per migliorare la salute ed in particolare quella dei gruppi sociali vulnerabili, sostenibilità dei circuiti di produzione e distribuzione del cibo, ruolo dell’agricoltura urbana e del “verde produttivo” nelle politiche di uso del suolo e di pianificazione urbanistica: questi sono solo alcuni dei temi oggetto di un nuovo tipo di politica urbana che si sta affermando in molte città del mondo, la food policy ovvero politica del cibo.

Leggi tutto...

Roma Resiliente. On-line la pagina del progetto e nomina del coordinatore

Coppola

Roma, 31 dicembre 2014

 

Il progetto Roma Resiliente –che Roma Capitale realizza nell’ambito del programma 100 Resilient Cities promosso dalla Rockefeller Foundation– entra nel vivo.
A seguito della selezione della città fra le prime 33 città coinvolte nel programma e della firma del Memorandum of Understanding fra 100 Resilient Cities, Roma Capitale e Risorse per Roma, è stato individuato il coordinatore del progetto nella persona di Alessandro Coppola che per Roma Capitale ha coordinato la redazione del progetto vincente ed i primi passi della sua implementazione.

Leggi tutto...

Alla Pelanda il workshop del Progetto Resilienza di Roma Capitale

Roma città resiliente

Roma, 12 giugno 2014

 

Consegnare alle generazioni future una città non solo più sostenibile ma anche più resiliente. Roma Capitale entra ufficialmente a far parte del Network delle Cento Città Resilienti promosso dalla Fondazione Rockefeller. Gli scorsi 4 e 5 giugno, nei locali della Pelanda all’ex Mattatoio, si sono tenuti i lavori del workshop di lancio del Progetto Resilienza di Roma Capitale.

Leggi tutto...

Città resilienti: la Rockefeller Foundation in visita a Roma

Roma città resiliente

Roma, 6 marzo 2014

 

La gestione del rischio idro-geologico e del suo impatto sulla funzionalità della città, l’irrobustimento delle basi dati a disposizione delle scelte di pianificazione del territorio, la protezione del patrimonio e della sua accessibilità in un contesto di rischi crescenti, la liberazione del grande potenziale del patrimonio naturale in termini di servizi eco-sistemici a servizio della città.

Leggi tutto...