Borghetto FlaminioL’area denominata “Borghetto Flaminio”, localizzata a nord di Piazzale Flaminio tra la via Flaminia e le pendici di Villa Strohl Fern, presenta una particolare rilevanza dal punto di vista storico ambientale; sia per la sua posizione, vicino a Piazza del Popolo, che per prossimità con importanti attrezzature pubbliche ed emergenze storico monumentali (Villa Borghese, Casina Vagnuzzi-Accademia Filarmonica Romana, Museo di Villa Giulia). Ciononostante l’area, che è di proprietà di Roma Capitale, presenta ancora oggi un elevato degrado; occupazioni abusive, attività improprie, manufatti abbandonati e fatiscenti.
Nel corso degli anni sono state elaborate numerose proposte di trasformazione dell’area che non hanno avuto esito, sia per la permanenza di attività ed occupazioni, in gran parte illegittime, sia per l’esistenza di un substrato archeologico significativo, documentato da numerosi sondaggi.
Il PRG inserisce l’area all’interno della Città Storica come un Ambito di Valorizzazione C1, definendo obbiettivi e criteri generali di intervento, subordinando le trasformazioni alla redazione di uno Schema di Assetto Preliminare (art. 43 NTA). Nello specifico del “Borghetto Flaminio” il PRG individua i seguenti obiettivi generali:

• riqualificazione dell’area anche con demolizione dei manufatti incongruenti, fatta salva la fascia a ridosso della rupe;
• riprogettazione del fronte sulla via Flaminia con particolare attenzione alla permeabilità pedonale verso lo spazio retrostante e al rapporto con la visuale delle pendici di Villa Strohl Fern;
• ridefinizione di un sistema di percorrenze pedonali e di relazione con le aree verdi;
• valorizzazione del patrimonio storico archeologico presente nell’area.

La redazione dello Schema di Assetto, tuttora in corso, è stata avviata sulla base di specifiche indicazioni da parte dell’Amministrazione Capitolina che ha definito, in aggiunta agli obbiettivi generali del PRG, il seguente programma funzionale:
• conferma e mantenimento delle attività già presenti relative al Museo dei Bambini – “Explora” e al Circolo Bocciofilo “Flaminio”;
• inserimento di nuove strutture universitarie a servizio della facoltà di architettura “Ludovico Quaroni” sulle aree e i manufatti già consegnati all’Università “La Sapienza”.

La prima fase, propedeutica alla redazione dello Schema di Assetto, è stata orientata ad una dettagliata analisi del contesto di riferimento necessari a definire un quadro conoscitivo completo ed aggiornato dello stato di fatto. In particolare sono stati approfonditi i seguenti aspetti:
• caratteristiche funzionali e dimensionali degli spazi aperti e delle parti edificate;
• indagine patrimoniale, titoli abilitativi e utilizzazione delle aree e dei manufatti;
• quadro di riferimento programmatico: previsioni di PRG, programmi e interventi in corso;
• analisi delle preesistenze archeologiche e monumentali;
• analisi ambientale e vegetazionale.

A conclusione della fase di analisi è stato prodotto un elaborato di sintesi valutativa sullo stato di fatto e le potenzialità d’intervento, che costituisce la premessa programmatica e metodologica per la successiva redazione dello Schema di Assetto Preliminare.


Attività 2010 – 2012
- Dicembre 2010: conferimento a RISORSE RpR di incarico di supporto tecnico operativo per la redazione dello “Schema di Assetto Preliminare del Borghetto Flaminio”.
- Aprile 2011: approvazione programma operativo delle attività e avvio della fase di analisi conoscitiva.
- Maggio 2011: costituzione gruppo di lavoro per la redazione dello Schema di Assetto Preliminare.
- Novembre 2011:consegna elaborati di analisi.
- Gennaio 2012: approvazione della fasi di analisi conoscitiva.
- Febbraio-Dicembre 2012: istruttoria preliminare con istituzioni e soggetti coinvolti (Università, Filarmonica Romana, Museo dei Bambini, Soprintendenza per l’Etruria Meridionale). Coordinamento con gli uffici di Roma Capitale relativamente ai fenomeni di dissesto idrogeologico e al progetto per la riqualificazione di Villa Strohl Fern presentato dall’Ambasciata di Francia.

 

Responsabile del Procedimento:
Arch. Giuseppe Lantieri

Elaborati scaricabili
1 – Quadro di riferimento programmatico – Il Piano Regolatore Generale (f.to Pdf - Mb 2,32)
2 - Analisi specialistiche – preesistenze archeologico – monumentali (f.to Pdf - Mb 3,31)
3 – Analisi specialistiche – ambiente e vegetazione (f.to Pdf - Mb 3,56)
4 – Relazioni esterne (f.to Pdf - Mb 4,40)
5 – Sintesi valutativa dello stato di fatto e potenzialità di intervento (f.to Pdf - Mb 2,33)

 

 

 

torna all'inizio del contenuto